TRIATHLON NOVARA a.s.d. dal 1987
facebookyoutube

Accedi all'area riservata

Nome utente
Password *
Ricordami

Triathlon Novara - Articoli

Runner sotto esame - stanchezza immotivata, donazioni di sangue

(tratto dall'articolo Runner sotto esame scritto dal dottor Sergio Migliorini per Runner's World - novembre 2012)

9
Sono stanco senza un’evidente ragione. Che cosa devo controllare?
 

Oltre a una carenza di ferro, ci sono anche alcune infezioni che possono privare i runners delle loro energie.

Quelle che più facilmente possono essere contratte dai corridori sono la mononucleosi e quelle da citomegalovirus.

Se i valori degli esami del sangue indicano che c’è un’infezione in atto bisognerà riposarsi e ricontrollare le analisi seguendo le indicazioni del medico.

La risoluzione dell’astenia che si accompagna a queste infezioni a volte richiede mesi e in alcuni casi, purtroppo, anche anni.

Nel campo degli ormoni è importante anche dosare il cortisolo (si alza sotto stress) e il testosterone (si abbassa nel sovrallenamento).

10
Quante volte all’anno posso donare il sangue?
 

Dipende dal livello dell’attività svolta e dai valori di ematocrito ed emoglobina. Quando questi ultimi sono bassi, sono gli stessi medici prelevatori che sconsigliano la donazione.

In generale, il consiglio è di non superare le due donazioni l’anno.

Con una donazione il runner perde 500 ml di liquidi, circa 70 grammi di emoglobina e qualche milione di globuli rossi.

La perdita di fluidi è rapidamente recuperata in poche ore, ma per recuperare i globuli rossi persi sono necessarie anche 3 settimane (o più) in caso di basse scorte di ferro.

Dopo la donazione il podista dovrebbe riposare almeno 24 ore ed evitare competizioni e lavori duri almeno per 3-6 settimane, ossia per il tempo necessario a ripristinare i valori di emoglobina.

 

 

 


 

Gli articoli della rubrica Per saperne di più sono scritti dal dottor Sergio Migliorini e pubblicati da Runner's World.

  • Dottor Sergio Migliorinidrsergiomigliorini sm
  • Medico Chirurgo, specialista in Medicina dello Sport, Medicina Fisica e Riabilitazione.
  • Presidente della Commissione Medica della Federazione Mondiale di Triathlon (ITU).
  • Membro della Commisione Interfederale della Federazione Mondiale di Medicina dello Sport (FIMS).
  • Autore di libri e pubblicazioni